Skip to main content

Incentivi per la promozione dell’export digitale delle Imprese

By 13 Febbraio 2024Manifatturiere

Finalità: l’iniziativa si pone l’obiettivo di sostenere le micro e piccole imprese manifatturiere nello sviluppo delle attività di esportazione e di internazionalizzazione, attraverso l’acquisizione di soluzioni digitali e consulenziali per l’export.

Soggetti Beneficiari: possono accedere agli incentivi previsti le imprese di micro e piccole dimensioni, anche in forma di reti e consorzi, che al momento della presentazione della domanda:

  • siano regolarmente iscritte ed attive nel Registro delle Imprese;
  • abbiano sede legale o operativa e stabilimento produttivo in Italia;
  • svolgano attività primaria afferente al settore manifatturiero (codice ATECO C);
  • abbiano avviato, da almeno un anno, la fatturazione di prodotti commerciali;
  • siano in possesso della regolarità contributiva (DURC) e, in generale, siano in regola con gli adempimenti fiscali;
  • nel caso di adesione a reti o consorzi, siano in numero minimo di cinque;
  • qualora abbiano precedentemente ottenuto l’agevolazione a valere sulla misura “Bonus per l’Export Digitale, abbiano interamente completato il relativo iter agevolativo e rendicontato nei termini previsti.

Spese ammissibili: sono ammessi agli incentivi previsti i programmi di investimento che abbiano un importo minimo pari a 12.500,00 euro (pari a 25.000,00 euro nel caso di reti e consorzi), avviati successivamente alla presentazione della domanda di contributo e da concludersi e rendicontarsi entro e non oltre il 30 settembre 2024, che afferiscano alle seguenti categorie di spesa:

  1. consulenze finalizzate all’adozione di soluzioni digitali, compresa la progettazione e la personalizzazione di processi e soluzioni architetturali informatiche, funzionali ai percorsi di internazionalizzazione;
  2. realizzazione di sistemi di e-commerce verso l’estero, siti e/o app mobile, compresi eventuali investimenti atti a garantire la sincronizzazione con marketplace internazionali forniti da soggetti terzi;
  3. realizzazione di sistemi di e-commerce che prevedano l’automatizzazione delle operazioni di trasferimento, aggiornamento e gestione degli articoli da e verso il web nonché il raccordo tra le funzionalità operative del canale digitale di vendita prescelto e i propri sistemi di Customer Relationship Management;
  4. realizzazione di servizi accessori all’e-commerce quali quelli di smart payment, predisposizione di portfolio prodotti, traduzioni, shooting fotografici, video making, web design e content strategy;
  5. realizzazione di una strategia di comunicazione, informazione e promozione per il canale dell’export digitale, con specifico riferimento al portafoglio prodotti, ai mercati esteri e ai siti di vendita online prescelti;
  6. digital marketing finalizzato all’internazionalizzazione: campagne di promozione digitale, Search Engine Optimization (SEO), costi di backlink e di Search Engine Marketing (SEM), campagne di content marketing, inbound marketing, di couponing e costi per il rafforzamento della presenza sui canali social; spese di lead generation e lead nurturing;
  7. servizi di CMS (Content Management System): restyling di siti web siano essi grafici e/o di contenuti volti all’aumento della presenza sui mercati esteri;
  8. iscrizione e/o abbonamento a piattaforme SaaS (Software as a Service) per la gestione della visibilità e spese di content marketing, quali strumenti volti a favorire il processo di esportazione;
  9. servizi di consulenza per lo sviluppo di processi organizzativi e di capitale umano finalizzati ad aumentare la presenza sui mercati esteri;
  10. upgrade delle dotazioni di hardware necessarie allo sviluppo di processi di cui alle precedenti lettere a) e i).

I fornitori dei servizi devono essere iscritti all’elenco dei fornitori di soluzioni digitali per l’export istituito ai sensi dell’Autorizzazione del Direttore Generale n. 20/21. e devono aver realizzato, nei tre anni precedenti alla data di presentazione della domanda, servizi o prestazioni relativi ad una o più delle spese ammissibili, per un ammontare pari ad almeno 200.000 euro.

Agevolazioni: è prevista la concessione di un contributo in forma di bonus pari a:

  • 000,00 per le micro e piccole imprese in forma singola, a fronte di spese rendicontate pari ad almeno 12.500,00 euro;
  • 500,00 per le micro e piccole imprese in forma di reti o consorsi, a fronte di spese rendicontate pari ad almeno 25.000,00 euro;

Procedura di valutazione: le domande di contributo sono valutate in virtù dell’ordine cronologico di presentazione.

Costituisce criterio di priorità che le aziende richiedenti il contributo abbiano partecipato o partecipino ad iniziative e programmi governativi per l’inserimento delle aziende italiane nelle piattaforme E-Commerce internazionali e per la transizione digitale delle aziende esportatrici per consolidarne il radicamento sui mercati esteri.

  • qualità e chiarezza del progetto, esaustività della documentazione fornita e coerenza dell’intervento con gli obiettivi del Bando;
  • definizione delle milestone e dei parametri di performance connessi alla realizzazione del progetto, inclusa la loro misurabilità in sede di monitoraggio degli stati di avanzamento;
  • valutazione dei costi connessi allo svolgimento del progetto e relativa ragionevolezza rispetto all’intervento da realizzare;
  • solidità economico-patrimoniale dei soggetti beneficiari: copertura finanziaria delle immobilizzazioni e indipendenza finanziaria dell’impresa.

Febbraio, 2024

Iscriviti alla nostra newsletter

Ti terremo aggiornato sulle ultime novità in fatto di Finanza Agevolata e sugli ultimi Bandi Pubblici

Seleziona per quale argomento vuoi ricevere aggiornamenti.





Ai sensi del d.lgs. 196/2003, La informiamo che:

a) Titolare del trattamento è Giorgio Redaelli, 20863 Concorezzo, Via Libertà 99;

b) Responsabile del trattamento è Giorgio Redaelli, 20863 Concorezzo, Via Libertà 99;

c) I Suoi dati saranno trattati (anche elettronicamente) soltanto dagli incaricati autorizzati, esclusivamente per dare corso all'invio della newsletter e per l'invio (anche via email) di informazioni relative alle iniziative del Titolare;

d) La comunicazione dei dati è facoltativa, ma in mancanza non potremo evadere la Sua richiesta;

e) Ricorrendone gli estremi, può rivolgersi all'indicato responsabile per conoscere i Suoi dati, verificare le modalità del trattamento, ottenere che i dati siano integrati, modificati, cancellati, ovvero per opporsi al trattamento degli stessi e all'invio di materiale. Preso atto di quanto precede, acconsento al trattamento dei miei dati.