Skip to main content

Contributi per l’ottenimento di Nuovi Brevetti Europei e Internazionali

Finalità: l’iniziativa si pone l’obiettivo di promuovere la capacità innovativa del sistema economico lombardo, tutelandone il patrimonio di proprietà intellettuale e supportando imprese e professionisti nell’ottenimento di nuovi brevetti europei e internazionali o estensioni degli stessi, relativamente a invenzioni industriali, che abbiano ricadute applicative in Lombardia ed apportino un valore aggiunto nell’ambito delle macrotematiche della Strategia di Specializzazione intelligente per la Ricerca e l’Innovazione di Regione Lombardia

Soggetti Beneficiari: possono accedere agli incentivi previsti:

  1. a) le Imprese che, al momento della presentazione della domanda, rispettino i seguenti requisiti:
  • siano di piccole o medie dimensioni;
  • siano regolarmente costituite, iscritte e dichiarate attive nel Registro delle Imprese;
  • abbiano sede legale o operativa in Lombardia o si impegnino a costituire una entro i termini per la presentazione della rendicontazione finale del progetto;
  • siano in regola con il pagamento del diritto camerale annuale;
  • rispettino la regolarità contributiva (DURC).
  1. b) i liberi professionisti, in forma singola o associata che, al momento della presentazione della domanda, rispettino i seguenti requisiti:
  • siano dotati di partita IVA;
  • abbiano domicilio professionale in Lombardia oppure si impegnino a costituire una entro i termini per la presentazione della rendicontazione finale del progetto;
  • rispettino la regolarità contributiva (DURC).

È possibile presentare più domande di partecipazione in relazione alle diverse tipologie di progetti finanziabili.

Interventi ammessi: gli interventi brevettuali dovranno avere ricadute applicative nel territorio lombardo ed apportare valore aggiunto in una delle 92 priorità di riferimento che declinano le 27 macrotematiche della Strategia di Specializzazione intelligente per la Ricerca e l’Innovazione di Regione Lombardia – S3 2021-2027 di Regione Lombardia; inoltre:

  • nel caso di nuovi brevetti, dovranno essere depositati tramite presentazione di domanda diretta europea all’European Patent Office – EPO o al World Intellectual Property Organization – WIPO;
  • nel caso di estensioni delle domande, dovranno essere presentate precedentemente all’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi (UiBM) e successivamente estese presso EPO o WIPO.

Spese ammissibili: sono ammessi programmi di investimento riguardanti le attività funzionali al deposito di domande di brevetto di un’invenzione industriale a livello europeo o internazionale o estensione di domande precedentemente depositate presso l’UiBM e successivamente estese a EPO/WIPO, fino all’ottenimento di un rapporto di ricerca da parte dell’organo competente, che:

  • nel caso di nuove domande presso EPO o WIPO, siano presentate a partire dal 25 settembre 2023;
  • nel caso di estensione di domande presso EPO o WIPO, siano presentate a partire dal 25 settembre 2023, purché le domande di brevetto oggetto dell’estensione siano state depositate presso lo UiBM entro i 12 mesi antecedenti (ossia dal 25 settembre 2022).

In tutti i casi, l’iter brevettuale deve essere concluso e rendicontato entro maggio 2026 (data indicativa), salvo eventuale proroga di 6 mesi.

Agevolazioni: è prevista la concessione di un contributo a fondo perduto fino al 90% dei costi stabiliti in maniera forfettaria per ciascuna tipologia di progetto e pari a:

  • 100,00 € per nuovo brevetto europeo;
  • 100,00 € per estensione di brevetto europeo;
  • 000,00 € per nuovo brevetto internazionale;
  • 000,00 € per estensione di brevetto internazionale.

Termini: i progetti e le relative domande di incentivo devono essere inoltrati dalla data del 25 gennaio 2024; vige una procedura valutativa a sportello.

Gennaio 2024

Iscriviti alla nostra newsletter

Ti terremo aggiornato sulle ultime novità in fatto di Finanza Agevolata e sugli ultimi Bandi Pubblici

Seleziona per quale argomento vuoi ricevere aggiornamenti.





Ai sensi del d.lgs. 196/2003, La informiamo che:

a) Titolare del trattamento è Giorgio Redaelli, 20863 Concorezzo, Via Libertà 99;

b) Responsabile del trattamento è Giorgio Redaelli, 20863 Concorezzo, Via Libertà 99;

c) I Suoi dati saranno trattati (anche elettronicamente) soltanto dagli incaricati autorizzati, esclusivamente per dare corso all'invio della newsletter e per l'invio (anche via email) di informazioni relative alle iniziative del Titolare;

d) La comunicazione dei dati è facoltativa, ma in mancanza non potremo evadere la Sua richiesta;

e) Ricorrendone gli estremi, può rivolgersi all'indicato responsabile per conoscere i Suoi dati, verificare le modalità del trattamento, ottenere che i dati siano integrati, modificati, cancellati, ovvero per opporsi al trattamento degli stessi e all'invio di materiale. Preso atto di quanto precede, acconsento al trattamento dei miei dati.